Direttiva Macchine

I.C.E.P.I., fin dal 1995, valuta la conformità secondo i dettami della Direttiva Macchine, in forza dell’autorizzazione Ministeriale.

Tipi di macchine e di componenti di sicurezza per i quali occorre applicare la procedura che prevede l’intervento di un Organismo notificato:

1



1. Seghe circolari (monolama e multilame) per la lavorazione del legno e di materie con caratteristiche fisiche simili o per la lavorazione della carne e di materie con caratteristiche fisiche simili, dei tipi seguenti:
1.1. seghe a lama(e) in posizione fissa nel corso del taglio, con tavola o supporto del pezzo fissi, con avanzamento manuale del pezzo o con dispositivo di trascinamento amovibile;
1.2. seghe a lama(e) in posizione fissa nel corso del taglio, a tavola cavalletto o carrello a movimento alternato, a spostamento manuale;
1.3. seghe a lama(e) in posizione fissa nel corso del taglio, dotate di un dispositivo di avanzamento integrato dei pezzi da segare a carico e/o scarico manuale;
1.4. seghe a lama(e) mobile(i) durante il taglio, a dispositivo di avanzamento integrato, a carico e/o scarico manuale.
2. Spianatrici ad avanzamento manuale per la lavorazione del legno;
3. Piallatrici su una faccia, ad avanzamento integrato, a carico e/o scarico manuale per la lavorazione del legno.
4. Seghe a nastro a carico e/o scarico manuale per la lavorazione del legno e di materie con caratteristiche fisiche simili o per la lavorazione della carne e di materie con caratteristiche fisiche simili, dei tipi seguenti:
4.1. seghe a lama(e) in posizione fissa durante il taglio, con tavola o supporto del pezzo fissi o a movimento alternato;
4.2. seghe a lama(e) montata(e) su un carrello a movimento alternato.

certmac (2)

5. Macchine combinate dei tipi di cui ai punti da 1 a 4 e al punto 7 per la  lavorazione del legno e di materie con caratteristiche fisiche simili.
6. Tenonatrici a mandrini multipli ad avanzamento manuale per la  lavorazione del legno.
7. Fresatrici ad asse verticale, «toupies» ad avanzamento manuale per la  lavorazione del legno e di materie con caratteristiche fisiche simili.
8. Seghe a catena portatili da legno.
9. Presse, comprese le piegatrici, per la lavorazione a freddo dei metalli,  a carico e/o scarico manuale, i cui elementi mobili di lavoro possono  avere una corsa superiore a 6 mm e una velocità superiore a 30 mm/s.

certmac (3)

certmac-2-e1441706186809

10. Formatrici delle materie plastiche per iniezione o compressione a  carico o scarico manuale.
11. Formatrici della gomma a iniezione o compressione, a carico o  scarico manuale.
12. Macchine per lavori sotterranei dei seguenti tipi:
12.1.  locomotive e benne di frenatura;
12.2. armatura semovente idraulica.
13. Benne di raccolta di rifiuti domestici a carico manuale dotati di un meccanismo di compressione.
14. Dispositivi amovibili di trasmissione meccanica, compresi i loro ripari.
15. Ripari per dispositivi amovibili di trasmissione meccanica.
16. Ponti elevatori per veicoli.
17. Apparecchi per il sollevamento di persone o di persone e cose, con pericolo di caduta verticale superiore a 3 metri.
18. Apparecchi portatili a carica esplosiva per il fissaggio o altre macchine ad impatto.
19. Dispositivi di protezione progettati per il rilevamento delle persone.
20. Ripari mobili automatici interbloccati progettati per essere utilizzati come mezzi
di protezione nelle macchine di cui ai punti 9, 10 e 11.
21. Blocchi logici per funzioni di sicurezza.
22. Strutture di protezione in caso di ribaltamento (ROPS).
23. Strutture di protezione contro la caduta di oggetti (FOPS).

La procedura di valutazione della conformità è composta dalle seguenti attività:

  • esame del fascicolo tecnico, inviato dal costruttore all’Organismo I.C.E.P.I.;
  • verifica ispettiva della macchina messa a disposizione presso il luogo indicato dal costruttore, mediante prove funzionali, prove strumentali e controlli dimensionali.

L’emissione dell’attestato è subordinata quindi alla completezza e correttezza del fascicolo documentata da un rapporto di verifica e alla rispondenza del prodotto/sistema alla documentazione valutata.
Al termine delle verifiche, in caso di conformità, per le macchine e i componenti di sicurezza compresi nell’Allegato IV della Direttiva Macchine viene rilasciato un attestato di esame CE di tipo o di garanzia della qualità totale. Mentre, per la macchine e i componenti di sicurezza non compresi nell’Allegato IV, I.C.E.P.I., in qualità di organismo competente, rilascia un rapporto di esame e su richiesta un attestato di esame CE volontario.

I.C.E.P.I. è in grado di effettuare sulle macchine e sui componenti di sicurezza anche:

– Misure di Compatibilità elettromagnetica:

Le misure permettono di valutare sia le influenze delle emissioni di radiazioni da parte della macchina sull’ambiente circostante e sulle persone, verificando che queste siano nulle o ridotte a proporzioni non pericolose, sia il funzionamento corretto della macchina in presenza di radiazioni esterne.

– Rilievi fonometrici:

I.C.E.P.I. dispone di camera silente, campo prove e Laboratorio mobile attrezzato con strumentazione di misura (fonometro integratore ed analizzatore bicanale con sonda intensimetrica). I.C.E.P.I. è quindi in grado di eseguire misure sia di pressione sonora, per la determinazione del livello di pressione acustica al posto operatore, sia intensimetriche, al fine di determinare il corretto valore di potenza acustica privo da influenze dovute a sorgenti esterne.
E’ possibile inoltre effettuare analisi in frequenza e mappature del rumore in modo da localizzare i principali punti di emissione.

– Prove di sicurezza elettrica:

I.C.E.P.I. dispone di un Laboratorio mobile attrezzato per l’esecuzione delle prove previste dalle norme armonizzate CEI EN 60204-1 (continuità del circuito equipotenziale di protezione, isolamento, rigidità dielettrica, misure delle tensioni residue, ecc.) e CEI EN 61439-1 (quadri BT) per la verifica delle caratteristiche dell’equipaggiamento elettrico dei macchinari.


RICERCA PAROLA CHIAVE