Direttiva TPED

La Direttiva TPED (2010/35/UE) si applica alle attrezzature a pressione trasportabili. ICEPI è accreditata per la valutazione di conformità di tutti i recipienti a pressione, incluse le cartucce di gas, i loro rubinetti e gli accessori, se presenti.

I requisiti dei prodotti oggetto di valutazione sono definiti in riferimento all’Allegato I della Direttiva 2008/68/CE, denominato ADR. Infatti, il trasporto internazionale stradale di merci pericolose è regolamentato a livello europeo dall’Accordo europeo relativo al trasporto internazionale stradale di merci pericolose (ADR appunto). Di tale Accordo, costituito da un testo di pochi articoli, fanno parte due Allegati (Allegato A e Allegato B), che contengono tutte le disposizioni regolamentari alle quali occorre attenersi per i trasporti in questione.

Il testo degli Allegati viene regolarmente aggiornato ogni due anni, per tener conto dello sviluppo tecnologico e di nuove esigenze del mondo del trasporto, anche sulla base degli emendamenti apportati alle Raccomandazioni ONU per il trasporto di merci pericolose, che contengono in forma normativa le disposizioni comuni a tutti i modi di trasporto.

bombola

Bombola per gas frigorigeno

bombole

Intervento di ispezione periodica bombole

I compiti degli Organismi Notificati, definiti nella Direttiva TPED, interessano sia le attrezzature nuove (progettazione e costruzione) sia quelle esistenti (riutilizzazione e revisione periodica). ICEPI, in ottemperanza all’ADR, è accreditata sia per le attività di valutazione della conformità dei nuovi prodotti da immettere sul mercato sia per le attività ispettive delle attrezzature esistenti.

cisterna 2

Cisterna autostradale per trasporto GPL

La procedura di valutazione della conformità è composta dalle seguenti attività:

  • esame del fascicolo tecnico, inviato dal fabbricante all’Organismo I.C.E.P.I.;
  • verifica ispettiva dell’attrezzatura a pressione messa a disposizione presso il luogo indicato dal costruttore, mediante prove funzionali, prove strumentali, controlli dimensionali, controlli distruttivi e non distruttivi.

L’emissione dell’attestato è subordinata quindi alla completezza e correttezza del fascicolo documentata da un rapporto di verifica ed alla rispondenza del prodotto/sistema alla documentazione valutata.

Al termine delle verifiche, in caso di conformità, per le attrezzature a pressione trasportabili valutate vengono rilasciati i pertinenti certificati relativi al prodotto (Approvazioni di tipo) e, se applicabile, al sistema di qualità del Fabbricante e del Servizio Interno di Ispezione.

Nel caso di ispezioni, I.C.E.P.I. concorda con il richiedente le modalità di accesso all’oggetto/i da sottoporre a verifica, al fine di condurre l’attività di verifica secondo il pertinente procedimento di esame.

Nella fase iniziale della verifica viene valutata la risoluzione di eventuali rilievi notificati nell’esame documentale e non risolti.

Al termine del procedimento di esame, I.C.E.P.I.  redige un Certificato di ispezione contenente gli esiti delle verifiche condotte.


RICERCA PAROLA CHIAVE